Ordine degli Architetti Pianificatori Paesaggisti e Conservatori della Provincia di Sondrio

Sidereus
I colori delle stelle_ Mostra di arte contemporanea
Daniele Pigoni_Patrizia Caraveo
Bormio | Mulino Salacrist | 17 febbraio > 16 aprile

Orari di apertura: 15.30>18.30 il sabato 11.00>19.00 (chiuso il mercoledì)

Nuove prospettive per la storia degli ospedali di montagna
Tirano | 21 gennaio 2023 | c/o Comune sala Consiliare, piazza Cavour n. 18 | ore 9.30>18.30

Giornata di studi organizzata dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Tirano unitamente al Dipartimento di Studi Storici dell’Università degli Studi di Milano, si svolge nell’ambito del Progetto Interreg "ConValoRe" con il patrocinio della Società Storica Valtellinese, della Società Storica dei Grigioni e della Società Storica Val Poschiavo e con la collaborazione e il patrocinio dell’Associazione culturale Ad Fontes.

Triennale | 27 gennaio > 23 aprile
Architetto, designer, scultore e accademico, Angelo Mangiarotti è stato un protagonista dell'architettura e dell'urbanistica internazionale, uno dei pochi maestri italiani in grado di esportare all'estero la propria filosofia di progetto.
Visualizza

mostra 
10 architetture italiane
Triennale di Milano | 22 dicembre>29 gennaio | ingresso libero_ Visualizza

L’esposizione, a cura di Matteo Ghidoni, Enrico Molteni e Vittorio Pizzigoni, mostra i progetti di dieci studi di architettura i cui fondatori hanno intorno ai trentacinque anni d’età: una generazione che si sta affermando in Italia e all'estero. Ognuno dei dieci progetti – tre ville, un polo ricettivo, un teatro, una galleria, un negozio, un portale, una loggia e un giardino pubblico – è rappresentato attraverso un modello, con l’intento di offrire uno sguardo sul presente dell’architettura nazionale.

Gli studi partecipanti e le opere sono: AMAA Office, Teatro a Terni; Armature Globale, Deutscher–Irving House V1 a Colonno; Associates Architecture, Extra–ordinary Gate a Logrono, Spagna; BB (Alessandro Bava e Fabrizio Ballabio) con Effe Minelli, Loggia in Val d’Arno; Fondamenta, Villa RP02 in Val di Noto; Parasite 2.0, Galeria e Bregdetit a Valona, Albania; Studio Ossidiana, Horismos spazio pubblico a Vleuten, Paesi Bassi; SuperSpatial, Borgo Ognissanti a Firenze; Supervoid Architects, La Mistica, Roma; VG13 Architects, Villa a Marrakech, Marocco.

mostra
Architetture a regola d'arte. Dagli archivi BBPR, Dardi, Monaco Lucchinetti, Moretti
A cura di Luca Galofaro con Pippo Ciorra, Laura Felci, Elena Tinacci
MAXXI | 7 dicembre 2022 > 15 ottobre 2023 | galleria 2_ Visualizza

Una lettura originale dei documenti d’archivio, mettendo a sistema autori diversi con una particolare chiave di lettura: la relazione tra architettura e opera d’arte nel loro lavoro.

BBPR, Costantino Dardi, Vincenzo Monaco e Amedeo Luccichenti, Luigi Moretti sono i protagonisti della mostra Architetture a regola d’arte, che nasce dalla volontà di valorizzare e condividere i preziosi materiali che negli ultimi anni hanno arricchito la Collezione MAXXI Architettura, in particolare gli archivi di alcuni tra i più importanti architetti italiani del ‘900.

Dal restauro e sistemazione dei Musei del Castello Sforzesco a Milano di BBPR alle architetture che accolgono e si integrano con importanti opere d’arte dello Studio Monaco Luccichenti; dagli allestimenti di mostre di Costantino Dardi e il suo lavoro con critici e artisti all’amore per l’arte di Luigi Moretti, conoscitore, appassionato ed esperto, raffinato collezionista e gallerista, oltre che architetto.

L’esposizione di progetti, documenti, immagini e carteggi mette così in luce un approccio colto e interdisciplinare ai progetti di architettura, in cui la dimensione personale si interseca con quella professionale.

mostra
Essenze di carta_ I libri di Katsumi Komagata
Tirano, sala mostre Palazzo Foppoli | 2 > 18 dicembre 2022 |

Considerato uno dei più grandi inventori e sperimentatori dell'oggetto libro di tutto il Novecento, il poetico e pluripremiato designer giapponese Katsumi Komagata sarà ospite a Tirano per presenare la sua opera nell'ambito della mostra e di tre workshop aperti a tutti, coordinati dalla Biblioteca Civica Arcari.

Inaugurazione_ venerdì 2 dicembre ore 17.00 presso il cinema Teatro Mignon_ Incontro con l'artista Katsumi Komagata e a seguire visita alla mostra Palazzo Foppoli

Mostra
Architetture Contemporanee sulle Alpi occidentali italiane_ Visualizza
Sondrio | Castello Masegra | 15 luglio > 4 dicembre 2022
Apertura: da giovedì a domenica
Orari: 10.00>13.00 / 14.00>18.00
Agli architetti che visiteranno la mostra, firmando l'apposito registro, sarà rilasciato 1CFP

Arch. Paola Vigano' | Dialoghi Urbani / data rinviata
Morbegno c/o Libreria Albo | 8 ottobre 2022 |  | Piazza San Giovanni | ore 18.00

Paola Viganò ha conseguito il dottorato di ricerca in composizione architettonica presso l' Università degli studi di Venezia (IUAV) nel 1994. Nel 1998 è stata nominata professore associato di urbanistica presso il Politecnico di Bari . Nel 2000 è tornata all'Università di Venezia (IUAV) come professore associato, dove è stata promossa a professore ordinario nel 2011. Nel 2013 è stata nominata professore ordinario di Urban Theory e Urban Design presso l'École Polytechnique Fédérale de Lausanne ( EPFL) , dove è stata presso l'Habitat Research Center dal 2016.

Viganò conduce il laboratorio di Urbanistica (Lab-U) all'EPFL . [3] La sua ricerca si concentra sullo studio di nuove forme di urbanizzazione ed esplora il concetto di città come risorse rinnovabili. Analizza il concetto di metropoli orizzontale come visione dell'urbanizzazione planetaria. Il Lab-U esplora anche le conseguenze sullo spazio urbano della completa abolizione delle singole auto, nonché le sfide ecologiche legate all'espansione degli spazi urbani. Insieme a Bernardo Secchi, è nota per aver messo in primo piano il concetto di 'città diffusa'.

Coltura (CH) Comune di Bregaglia | Palazzo Castelmur | 7>20 ottobre 2022
Orario di apertura: martedì>domenica 14.00>17.00 | 1CFP

I professionisti della Provincia di Sondrio, che già avevano compiuto lo stesso studio per il fiume Adda, hanno esplorato e analizzato anche il Mera, sempre servendosi di spettacolari immagini aree riprese con l’ausilio di un drone, dalla sorgente fino al punto in cui il corso d’acqua finisce nel Lario. E, se il corso d’acqua caratterizza la Valchiavenna si sviluppa soprattutto in territorio italiano, è pur sempre in Svizzera che nasce, precisamente a 2.791 metri di quota Val Maroz, per finire nel lago fino a quota 197 metri, in comune di Sorico. Di qui l’interesse per l’iniziativa anche da parte della vicina Svizzera.