Ordine degli Architetti Pianificatori Paesaggisti e Conservatori della Provincia di Sondrio

Conferenza di Architettura
Sondrio | 7 dicembre 2022 | Grand Hotel della Posta | ore 18.00 | 2CFP

Seguirà incontro conviviale di fine anno / iscrizioni alla cena entro il 2 dicembre inviando una mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Iscrizioni conferenza / entro il 5 dicembre_ piattaforma CNAPPC

Filosofia
NOA* è l’espressione essenziale di un’etica di lavoro collaborativa: il team di architetti e designer, diretti dai fondatori Lukas Rungger e Stefan Rier con sede a Bolzano, Milano (Italia) e Berlino (Germania), esplora ed esamina metodi di design interdisciplinari, che si sviluppano e si modificano continuamente a seconda delle pretese progettuali. Seguendo il concetto di “emergence”, dove il “Tutto è più della somma delle singole parti”, un approccio e una strategia olistica sono fondamentali per il modo in cui noa* concepisce il design.

NOA*... | E' una rete internazionale di creativi
Il gruppo di lavoro si forma e si modifica a seconda delle necessità dei progetti, al fine di confrontarsi con sfide interdisciplinari, trovando soluzioni innovative. noa* viene concepito come palcoscenico (o piattaforma) per architetti, interior designer, grafici, stilisti ma anche musicisti e storici al fine di usufruire in maniera dinamica di risorse specializzate e competenti nei diversi campi.
“La classica professione dell’architetto viene di conseguenza rivisitata e rimpiazzata da un gruppo di creativi che opera a livello internazionale in cui l’architetto emerge come regista.” - Lukas Rungger

noa* forma il cuore della stessa rete creativa e gestisce il trasferimento d’informazioni tra vari settori operativi che ruotano attorno a un tema centrale che è quello dell’architettura.

NOA*... | Si occupa di architettura, interior design e product design
Seguendo il concetto di “emergence”, dove il valore del Tutto è più della somma degli elementi singoli, un approccio e una strategia olistica sono fondamentali per il modo in cui noa* concepisce il design. In questo modo, noa* non si vede come genio universale ma consulta gli esperti del team e del network. Così la classica progettazione diventa più complessa, più ricca e più intensa.
“Vogliamo creare un prodotto personalizzato che è creato per un certo luogo e un certo progetto. Invece di attingere a prodotti già presenti sul mercato, noa* lo considera come unico, di conseguenza ci potranno solo essere soluzioni individuali.” - Stefan Rier

NOA*... | Connette ispirazioni internazionali e identità locale
Grazie ad un’esperienza di dieci anni nell’ambito professionale sia locale che internazionale, noa* è in continua evoluzione e ormai risulta una rete che si evolve e cresce in tutto il mondo con basi a New York, Milano, Londra, Berlino, Ginevra, Ferrara, Graz...
“Il mio socio Stefan Rier e io abbiamo girato molto negli ultimi anni: io ho lavorato per tanti anni a Londra, e insieme abbiamo raccolto esperienze lavorative a New York, Berlino e Graz.” - Lukas Rungger

D’altra parte, il punto di partenza di ogni tipologia di progetto diventa l’analisi del “genius loci” e il confronto con esso diventa principio della filosofia progettuale. La scelta dei materiali, la riduzione alla essenza dell’edificio, la relazione cosciente con il paesaggio in cui viene progettato sono i punti di riferimento per noa*.

NOA*... | Non progetta solo edifici ma sviluppa delle storie
Il progetto è visto come percorso di conoscenza, di analisi delle forme, dei dettagli, dei metodi costruttivi storici e contemporanei. Il percorso è percepito come essenza della qualità del progetto, nel quale, attraverso l’analisi della storia della cultura architettonica, si arriva al confronto tra tradizione e innovazione. Prima della progettazione noa* vive una fase di ricerca: che cosa c’è di speciale in un certo luogo? Che cosa deve essere conservato e accentato?
“La gente sta cercando delle storie che possono raccontare, noi li aiutiamo a trovarle.” - Stefan Rier

Ascoltare, sentire le storie del committente e riscriverle nell’architettura. Prendersi il tempo per il luogo dove verrà costruito, sentire l’atmosfera, coinvolgere circostanze locali e solo poi iniziare a pensare, a pianificare e a progettare.

NOA*... | Indaga contro la noia dell'Architettura
Infine, una concezione radicale del legame fra tempo e spazio forma l’ambizione centrale per ogni campo lavorativo. Mediante l’uso di strumenti 3 e 4-dimensionali, il gruppo esplora e interagisce con il progetto. Il controllo immediato di ogni spazio del progetto dà massima libertà a ogni singola componente del gruppo, rendendo possibili forme e spazi innovativi.
“Ci vediamo un po’ come un laboratorio aperto dove l’esperimento e la curiosità ci muovono. Naturalmente incontriamo dei confini tutto il tempo, ma con tutta la forza proviamo a spingerli, risolverli e ridefinirli.” - Lukas Rungger