Ordine degli Architetti Pianificatori Paesaggisti e Conservatori della Provincia di Sondrio

Banca Popolare di Sondrio
Richiesta candidature per "Attività di consulenza su gestione istanze Superbonus 110%

La Banca Popolare di Sondrio S.c.p.A. sta attivando una nuova operatività in merito all’acquisto dei crediti di imposta, come previsto dagli articoli 119 e 121 del Decreto Legge “Rilancio” n.34/2020, con particolare riferimento al Superbonus 110% per interventi di riqualificazione energetica.

Allo scopo, ha necessità di creare una nuova “Struttura Centrale Specialistica” a disposizione della clientela e della propria rete territoriale, con compiti di Help desk/Contact Center, oltre che di consulenza tecnico-specialistica per la verifica delle istanze di cessione dei credi di imposta.

In relazione, avrebbe necessità di reperire nominativi di alcuni iscritti, in possesso della qualifica di Certificatore Energetico e di una minima esperienza nei campi attinenti la progettazione e gestione di interventi di riqualificazioni energetiche di edifici/impianti.

La richiesta è finalizzata a promuovere una  forma di collaborazione professionale esterna, a tempo parziale e determinato, per attività di supporto tecnico nella gestione delle pratiche di cessione dei crediti di imposta prodotti da interventi di efficientamento energetico su edifici/impianti.

L'attività potrebbe concretizzarsi indicativamente a partire dal prossimo mese di settembre, per poi proseguire in tutto il prossimo anno 2021.

Disponibilità_ entro fine agosto 2020 
Domanda da inviare unitamente al Curricul Vitae all'indirizzo_ Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Commissario straordinario per l'emergenza COVID-19 | Partecipazione dei professionisti alle procedure d'appalto.
Con nota prot. 1228 dell’11 agosto u.s., il Commissario Straordinario per l’emergenza COVID-19, Dott. Domenico Arcuri, ha espresso richiesta al CNAPPC e al sistema Ordinistico dallo stesso rappresentato, di fornire massima diffusione all’appello formulato per l’iscrizione anche da parte dei professionisti appartenenti agli Albi degli
Architetti all’Albo Fornitori di INVITALIA.
Nell’ambito della normativa legata all’emergenza sanitaria, infatti, il Commissario ha inteso avvalersi dell’Albo Fornitori di INVITALIA, società in house, per le procedure di
affidamento aventi ad oggetto i servizi attinenti all’architettura e all’ingegneria.
In allegato si trasmette la nota in oggetto, nella quale sono indicati i link utili per l'iscrizione.

Comunicazione CNAPPC Presidente Cappochin.pdf

Nella corsa a effettuare interventi che possono consentire di fruire delle detrazioni IRPEF/IRES spettanti a titolo di ecobonus, sia nella versione “ordinaria” che nella versione “superbonus al 110%”, è importante considerare che, per poterne concretamente fruire, gli edifici oggetto degli interventi devono essere dotati di “impianti di riscaldamento”.

Le circolari dell’Agenzia delle Entrate nn. 19/2020 e 13/2019 hanno ribadito infatti che “gli edifici interessati dall’agevolazione devono avere determinate caratteristiche tecniche e, in particolare, devono essere dotati di impianti di riscaldamento funzionanti, presenti negli ambienti in cui si realizza l’intervento agevolabile”.

Tale condizione si applica con riguardo alla generalità degli interventi di riqualificazione energetica, fatta eccezione per quelli di installazione:

- dei collettori solari per la produzione di acqua calda;3
- dei generatori alimentati a biomassa;
- delle schermature solari.

Comune di Grosotto | Concorso di progettazione a procedura aperta in due gradi
Lavori di realizzazione di un centro servizi alla persona_Struttura con mini alloggi protetti, asilo nido, mensa e parcheggi per perseguire i fini istituzionali nell'ambito delle politiche sociali in Comune di Grosotto

Documentazione Concorso_ https://www.cmtirano.so.it/grosotto/Concorso_due_gradi_Grosotto/

Bandohttps://www.cmtirano.so.it/oggetti/16356.pdf

A partire dal 1° luglio 2020, salvo proroghe attualmente non previste, il limite all’utilizzo dei pagamenti in contanti in unica soluzione scenderà da 3.000 a 2.000 euro.

Contestualmente sarà abbassato anche il minimo edittale delle sanzioni comminabili, ma non per tutti.
Le norme che prevedono l’abbassamento della soglia dei limiti previsti dall’art. 49 comma 1 del DLgs. 231/2007 sono state introdotte, attraverso il nuovo comma 3-bis, dall’art. 18 comma 1 lett. a) del DL 124/2019 convertito (collegato fiscale alla legge di bilancio per il 2020), mentre alle nuove sanzioni è dedicata la lett. b) del citato art. 18.

Nel dettaglio, nella lett. a) si prevede che “A decorrere dal 1° luglio 2020 e fino al 31 dicembre 2021, il divieto di trasferimento di contanti e la negoziazione a pronti di mezzi di pagamento in valuta sia riferito alla cifra di 2.000 euro. A decorrere dal 1° gennaio 2022, il predetto divieto e la predetta soglia sono riferiti alla cifra di 1.000 euro”.