Ordine degli Architetti Pianificatori Paesaggisti e Conservatori della Provincia di Sondrio

Con la corposa circolare n. 23 di ieri, l’Agenzia delle Entrate ha fornito un’analisi della disciplina del c.d. “superbonus” introdotto dall’art. 119 del DL 34/2020.

Relativamente alle spese sostenute nella finestra temporale agevolata, infatti, la norma in argomento ha previsto il potenziamento al 110% delle detrazioni “edilizie” spettanti con riguardo a interventi che già risultavano agevolati:
- dall’ecobonus, di cui all’art. 14 del DL 63/2013;
- dal sismabonus, di cui all’art. 16 del DL 63/2013, ivi compresa la versione “acquisti”, di cui al comma 1-septies dell’art. 16;
- dalla detrazione IRPEF per interventi di installazione di impianti fotovoltaici e di sistemi di accumulo integrati in tali impianti, nonché per interventi di superamento o di eliminazione delle barriere architettoniche, ai sensi delle lett. e) e h) dell’art. 16-bis del TUIR;
- dal bonus “colonnine per la ricarica di veicoli elettrici”, di cui all’art. 16-ter del DL 63/2013.

L’intervento di riqualificazione dell’area della ex cartiera Burgo ha l’obiettivo di ricreare lo stretto legame tra la frazione di Lama di Reno e la cartiera mediante la fornitura di nuovi strumenti e servizi per lo sviluppo sociale ed economico.
Tale intervento di riqualificazione fonda il suo principio di azione sul recupero e sulla riqualificazione di un significativo numero di edifici della ex cartiera, i cui ampi spazi consentono la realizzazione al loro interno di una molteplicità di attività e servizi, consentendo al tempo stesso di mantenerne un’identità storico-industriale.

Il Premio intende essere strumento di promozione della qualità architettonica applicata ai nostri territori, con il proposito di perseguire una migliore qualità di vita dei luoghi antropizzati, e di offrire, a tal fine, stimoli educativi e culturali alle nuove generazioni. Più in particolare il Premio intende:

- Promuovere la sensibilità e la qualificazione della committenza (pubblica e privata);
- Promuovere le buone pratiche delle pubbliche amministrazioni;
- Promuovere l’impegno responsabile e consapevole dell’Architettura come arte e professione volta a perseguire obiettivi di qualità nella vita civile.

All’attenzione del Premio saranno opere nuove, opere volte al riuso di spazi edificati esistenti, luoghi degradati, vuoti urbani, interventi di rigenerazione e riqualificazione del Patrimonio edilizio interventi che abbiano trasformato ambiti e contesti geografici fragili e che con la loro consistenza siano riusciti a migliorarne la vivibilità, interventi che sappiano portare l’ambiente naturale nel cuore delle abitazioni e delle città.

Bando e allegati_ QUI

Il CNAPPC informa circa le prossime iniziative dell’UIA e dell’UMAR, organismi di rappresentanza internazionale degli architetti, di cui il CNAPPC è componente.
UIA | Call for paper “SUSTAINABLE FUTURES - No leave no one behind”, L’Unione Internazionale Architetti (UIA), negli ultimi anni, ha posto al centro delle sue politiche l’Agenda Urbana 2030, per un più efficace coinvolgimento della comunità internazionale degli architetti nell’attuazione del Goal 11 “Rendere entro il 2030 gli insediamenti umani sostenibili, sicuri e resilienti”, sul quale siamo chiamati in particolare a fornire il nostro contributo mettendo a disposizione il nostro expertise.

Come disposto nell'ambito del c.d. "Decreto Sostegni-ter", la fruizione delle detrazioni / benefici fiscali per gli interventi edilizi è subordinata all'indicazione dei contratti collettivi di lavoro del settore edile nell'atto di affidamento dei lavori nonché nelle relative fatture. Tale disposizione è riferita alle opere di importo complessivo superiore a € 70.000 (l'obbligo di applicazione dei contratti collettivi di settore riguarda comunque i soli lavori edili) e trova applicazione agli atti di affidamento stipulati dal 27.5.2022.

Nota informativa.pdf

Circolare CNAPPC

Nel 2022 ricade la decima edizione dei Premi del Consiglio Nazionale Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori.
In omaggio a questa ricorrenza, viene riproposto il bando originario dei premi, con la finalità di dare visibilità ai professionisti/e che rappresentano un’eccellenza e che hanno saputo raccogliere le sfide che l’architettura contemporanea impone oggi, attraverso un approccio etico alla professione. Partecipare significa offrire il proprio lavoro al giudizio degli altri per contribuire ad affermare l’assunzione di responsabilità e consapevolezza del ruolo dell'architetto.

PoliS-Lombardia, nell’ambito della mission assegnata dalla legge istitutiva, assicura il supporto delle politiche del governo regionale lombardo e la loro attuazione sull’intero territorio regionale, a sostegno dell’innovazione della Pubblica amministrazione e della società lombarda, sviluppando un mirato supporto tecnico scientifico alla definizione, attuazione e monitoraggio delle politiche regionali e l’analisi strutturata di fenomeni attraverso la rete degli Osservatori. PoliS-Lombardia occupa, pertanto, un preminente ruolo nel campo della ricerca ma anche della formazione della pubblica amministrazione lombarda, a titolo esemplificativo e non esaustivo, nel campo della medicina, della polizia locale, del personale della Giunta e del Consiglio regionale e del personale pubblico in genere. Per l’attuazione di quanto sopra, mediante l’utilizzo dell’“Elenco” e previa selezione fra coloro che vi sono accreditati, si instaurano rapporti di collaborazione per lo svolgimento di specifiche attività che possono spaziare dallo studio, alla ricerca e alla formazione.
Per le finalità di cui sopra, per popolare maggiormente l’Elenco, in virtù della posizione che ricopre, si chiede il Suo contributo per consentire una maggiore diffusione di questa opportunità sia per PoliS-Lombardia, che potrebbe il tal modo avvalersi delle migliori competenze, e sia per i docenti e/o professionisti che potrebbero mettere a disposizione della pubblica amministrazione quanto fa parte del loro bagaglio professionale oltre a rappresentare ulteriore occasione di ritorno economico.
Si ricorda che è possibile iscriversi all’Elenco dei soggetti accreditati per il conferimento di incarichi di lavoro autonomo operando la scelta dalla home page del sito di PoliS-Lombardia, sezione collabora con noi oppure cliccando il seguente Link.

È stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 114 del 17.05.2022 il D.L. 50/2022 (c.d. “Decreto Aiuti”). Si richiamano, di seguito, in sintesi, alcune delle principali novità fiscali.

Le_novità_del_c.d.__Decreto_Aiuti_.pdf

La conversione in legge del Dl 21/2022 (ancora in attesa di pubblicazione sulla Gazzetta ufficiale) introduce la qualificazione Soa per le imprese che effettueranno interventi agevolabili con il super bonus del 110% e ai fini delle opzioni di cessione o cessione del credito di tutti i bonus edili per i quali questa opzione è possibile.

In base al nuovo articolo 10-bis, ai fini del riconoscimento degli «incentivi fiscali» degli articoli 119 e 121 del Dl 34/2020, cioè delle detrazioni del superbonus del 110% e della possibilità di optare per la cessione o dello sconto in fattura di tutti i bonus edili, anche non al 110% (come il bonus casa rilevante, il bonus casa acquisti, il bonus box auto dal 2022, l’ecobonus, il sismabonus, il bonus facciate se verrà prorogato, gli impianti fotovoltaici, i sistemi di accumulo, l’eliminazione delle barriere architettoniche nel 2022 al 75%, se non trainata al 110%), dal 1° gennaio 2023 (con un periodo transitorio di sei mesi, come detto in seguito), «l’esecuzione dei lavori di importo superiore a 516.000 euro» relativi ai suddetti interventi dovrà essere affidata «ad imprese in possesso, al momento della sottoscrizione del contratto di appalto» o di subappalto dell’attestazione di qualificazione Soa, rilasciata da una «Società organismo di attestazione», autorizzata dall’Autorità nazionale anticorruzione (Anac), in base all’articolo 84 del Codice degli appalti pubblici (Dlgs 50/2016).